Da luglio 2023 i visitatori dovranno sborsare 5 euro per l’ingresso al Pantheon. Esenti i residenti a Roma e alcune categorie specifiche: under 18, categorie protette, docenti che accompagnano scolaresche, i canonici del Capitolo della Basilica e il personale laico e religioso e “tutti i chierici e le guardie d’onore alle Reali Tombe del Pantheon, come sarà libero l’accesso per l’esercizio del culto”. I ragazzi dai 18 ai 25 anni pagheranno solo 2 euro

Il Pantheon di Roma, capolavoro dell’architettura romana

Il Pantheon di Roma è un grandioso capolavoro dell’architettura romana, uno dei monumenti antichi meglio conservati al mondo. Costruito da Agrippa nel 27 a.C. e ricostruito da Adriano nel 130 a.C.. Consigliamo la visita verso mezzogiorno, quando il sole penetra dall’occhio della cupola

Indice dei Contenuti

Pantheon

“Il più bel resto dell’antichità romana è senza dubbio il Pantheon. Questo tempio ha così poco sofferto, che ci appare come dovettero vederlo alla loro epoca i romani.  Credo che questa volta immensa, sospesa sulla testa senza apparente sostegno, dia agli sciocchi il senso della paura; ma ben presto si tranquillizzano e dicono: “E’ per farmi piacere che si son presi la pena di darmi una sensazione così forte!”

Stendhal, Passeggiate Romane

Nell’anno 27 a.C. Agrippa, genero e architetto di Augusto, erige il Pantheon sul luogo dove Romolo, secondo la leggenda, “ascese” in cielo durante una cerimonia. È un tempio comune, rettangolare, di media dimensione, concepito come luogo di culto collettivo di più divinità.

Nel corso degli anni il tempio subisce incendi e altre calamità, viene restaurato più volte finché l’imperatore-architetto Adriano lo ricostruisce fra il 118 e il 128 d.C. È sicuramente di Adriano il pronao con le sedici colonne, l’ampliamento della “rotonda” e la cupola in calcestruzzo – la più larga che si sia mai costruita in muratura – realizzata con una tecnica d’avanguardia. Adriano vuole ricordare l’architetto originario, e ripristina l’iscrizione sul frontone: “(Marco Agrippa, figlio di Lucio, Console per la terza volta, edificò).

Nel 608 l’imperatore Foca dona il tempio a Papa Bonifacio IV che lo consacra al culto cristiano: Sancta Maria ad Martyres, capolavoro dell’architettura romana e primo caso di trasformazione di un tempio pagano in chiesa cristiana.

Il tempio si presentava su una gradinata che partiva da una piazza porticata più bassa dell’attuale. In origine la calotta era esternamente coperta con tegole di bronzo dorato collocate a squame, sottratte nel 663 dall’imperatore d’Oriente Costante II e sostituite da una copertura di piombo nel 735. Stessa sorte subiscono i rivestimenti bronzei del portico, usati per fondere cannoni o concessi da Urbano VIII al Bernini per realizzare il baldacchino di S. Pietro. Poche le aggiunte all’architettura originaria: gli ornamenti della chiesa, i sepolcri di grandi artisti (Raffaello) e quelli dei Reali d’Italia.

Sempre il Bernini erige due brutti campanili ai lati del timpano definiti “orecchie d’asino”, eliminati a fine Ottocento.

 

 

Nel Pantheon trovarono posto anche busti onorari che Pio VII fece rimuovere e trasportare in Campidoglio, nell’attuale Protomoteca (raccolta di busti di personaggi illustri).

Oggi l’assenza del rivestimento mette a nudo l’opus in mattoni con gli archi di scarico che sostengono il peso della mole. Il pronao nasconde la vista della “rotonda” fino all’ingresso nello spazio determinato da una sfera inserito in un cilindro, il finito e l’infinito insieme. Il pavimento è coperto di marmi a colori e così pure le pareti a sostegno della cupola terminante con un grande oculos circolare – un’apertura di 9 metri di diametro – che serviva a dar luce all’interno e come sbocco al fumo dei fuochi sacrificali. L’asse dell’edificio contempla una piccola deviazione rispetto all’ orientamento nord-sud: ogni anno, alle 12 del 21 giugno, solstizio d’estate, il raggio di sole che attraversa l’oculos investe il visitatore che accede all’interno dal centro del portale.

Piazza della Rotonda

Dominata dal Pantheon e circondata da edifici settecenteschi che probabilmente ricalcano l’antico porticato dove fino alla metà del ‘900 si svolgeva un mercato. Al centro la bella fontana in marmo africano su progetto del Della Porta, con il piccolo obelisco Campese, collocato nel 1711 su commissione di papa Clemente XI e decorato con delfini e stemmi. Il grandioso monumento la caratterizza a tal punto che molti romani non ne conoscono neppure il nome: la chiamano semplicemente “la piazza del Pantheon”

Al centro della piazza, caratterizzata dalle facciate settecentesche degli edifici che vi si affacciano, si innalza l’obelisco, collocato nel 1711 su commissione di papa Clemente XI e decorato con delfini e stemmi.

Due le curiosità: una targa affissa sull’edificio di fronte al Pantheon ricorda come la piazza sia stata bonificata nel XVIII secolo da osterie e luoghi di malaffare ad opera dell’autorità papale; un’altra targa, affissa sulla facciata del palazzetto che oggi ospita l’albergo Del Sole, tramanda ai posteri che qui abitò il poeta Torquato Tasso.

Il regista inglese Peter Greenaway scelse la piazza per ambientare molte sequenze del film “Il ventre dell’architetto“.

Venezia, Guida Essenziale per Viaggiatori

Nonostante i segni del tempo e l’usura dell’acqua, Venezia conserva intatto il suo fascino millenario. I visitatori provenienti da tutto il mondo si perdono tra i palazzi storici, ammirando i capolavori artistici e lasciandosi incantare dall’atmosfera unica della città. Passeggiare per le calli è come fare un viaggio indietro nel tempo.

Leggi tutto »

Via Appia, l’autostrada dell’Antica Roma

La Via Appia Antica a Roma, una connessione tangibile tra passato e presente. La strada funge da ponte tra epoche diverse, consentendo ai visitatori di camminare sulla stessa strada percorsa da antichi romani, trasportando la storia nei giorni nostri.

Leggi tutto »

Musei in Italia da non perdere

L’Italia, patria dell’arte e della cultura, vanta un patrimonio museale inestimabile, che attira visitatori da tutto il mondo. Secondo i dati del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, nel 2019 i musei italiani hanno registrato oltre 100 milioni di ingressi

Leggi tutto »

Umbria, terra di storia, arte, natura, religione e sapori

L’Umbria è una realtà sospesa tra la ricchezza della sua storia, la profondità della sua cultura e la maestosità della sua natura. Situata nel cuore dell’Italia tra Toscana, Marche e Lazio, è l’unica regione della penisola a non avere sbocchi sul mare. Conosciuta anche come “il cuore verde d’Italia”, l’Umbria è una destinazione che offre una varietà di esperienze per i visitatori.

Leggi tutto »

Luxury Shopping Vintage a Roma

Il racconto di un’esperienza vissuta a Roma, un tour di shopping di quattro ore con una guida esperta e una macchina di lusso con autista per scoprire i migliori negozi di luxury vintage della Capitale

Leggi tutto »
polignano-a-mare

Viaggio in Puglia, una terra da scoprire

La Puglia è una delle destinazioni turistiche più popolari d’Italia. Le sue coste si estendono per centinaia di chilometri, e le spiagge variano da ampie distese di sabbia dorata a piccole calette nascoste tra le scogliere.
Nell’entroterra si nascondono città dalle radici antiche, masserie che producono prodotti locali di eccellenza e piccoli villaggi che conservano tradizioni centenarie. La regione è un vero e proprio museo all’aperto con una storia ricca di influenze e conquiste che hanno lasciato un’impronta indelebile.

Leggi tutto »
avventure italia

Italia: esperienze fuori dagli schemi per Viaggiatori Avventurosi

l’Italia è un paese che offre un’ampia gamma di esperienze originali ed estreme per i viaggiatori più audaci. Che si tratti di esplorare le profondità marine, scalare montagne imponenti o immergersi nella ricca tradizione culinaria del paese, c’è qualcosa per tutti coloro che cercano emozioni autentiche e uniche. L’Italia invita i viaggiatori a superare i limiti, a scoprire nuovi orizzonti e a vivere un’esperienza che rimarrà impressa nella memoria per sempre.

Leggi tutto »

Il pellegrinaggio in Italia

La tradizione dei pellegrinaggi in Italia è una parte integrante del tessuto sociale, culturale e religioso del paese. Attraverso secoli di storia, questa pratica ha plasmato le identità individuali e collettive, arricchendo la vita spirituale e culturale di coloro che intraprendono il cammino. Il pellegrinaggio continua a essere un’esperienza significativa, un riflesso della ricerca dell’uomo di significato e di connessione, e un legame tra il passato, il presente e il futuro.

Leggi tutto »

I 5 Piatti Italiani più Apprezzati nel Mondo: Gusto Italiano a Portata di Tavola

L’Italia, patria della gastronomia, è universalmente riconosciuta per la sua cucina ricca e variegata che riflette secoli di tradizioni culinarie tramandate di generazione in generazione. Mentre non tutti possono permettersi di gustare i piatti italiani in un ristorante stellato, è possibile avvicinarsi alla magia della cucina italiana preparando alcuni dei piatti più apprezzati direttamente a casa propria. Ecco dunque i cinque piatti italiani più amati nel mondo, con le rispettive ricette e segreti per riproporli con successo nella propria cucina.

Leggi tutto »
Castel Gandolfo Lake

I Castelli Romani, “castelli invisibili”

I Castelli Romani, noti anche come “castelli invisibili”, sono luoghi storici, situati nelle vicinanze di Roma, famosi per la loro bellezza paesaggistica e la tradizione eno-gastronomica. Nonostante la loro ricca storia e attrattiva naturale, questi luoghi spesso passano inosservati a causa della straordinaria ricchezza artistica di Roma.

Leggi tutto »

La Domus Aurea: un capolavoro nascosto dell’Antica Roma

Oggi, visitare la Domus Aurea è un’esperienza affascinante, che permette di immergersi nell’arte e nell’architettura dell’antica Roma. Attraverso un percorso accuratamente studiato, i visitatori possono esplorare le diverse stanze e ambienti, ammirando i magnifici dipinti che raccontano storie mitologiche e scene di vita quotidiana dell’epoca.

Leggi tutto »

Milano: Un’esperienza eno-gastronomica da non perdere

Milano è molto più di una capitale della moda; è anche una meta culinaria di prim’ordine. Con la sua cucina tradizionale, una scena culinaria cosmopolita, mercati alimentari e innovazione, la città offre un’esperienza eno-gastronomica completa. Questo è ciò che ho scoperto durante il mio recente viaggio d’affari a Milano.

Leggi tutto »

Eventi e Mostre in Italia nel 2023

Benvenuti nel fantastico mondo degli eventi e delle mostre in Italia nel 2023! Quest’anno vi proponiamo una selezione di appuntamenti imperdibili, che spaziano dall’arte alla musica, dalla gastronomia alla tecnologia. Preparatevi a segnare le date in agenda e a pianificare un viaggio alla scoperta delle meraviglie del nostro paese.

Leggi tutto »

Roma impossibile

Roma impossibile Vogliamo qui proporvi una galleria di immagini realizzate con l’ausilio dell’intelligenza artificiale a tema “Roma impossibile”, un caleidoscopio di ritratti, scorci, incisioni, foto,

Leggi tutto »

Tours privati di Roma

Contattaci per personalizzare un tour

Ti risponderemo in breve tempo!